Hai dolore al fianco quando corri? Cause e rimedi del comune “dolore alla milza

Mentre corri ti compare un dolore al fianco? Non c’è niente di cui preoccuparsi. Vediamo insieme quali sono le possibili cause e i rimedi per il cosiddetto “dolore alla milza”.

Questa volta la sveglia alle 6.00 di mattina ha funzionato: stai andando a correre. La playlist che ascolterai per darti la carica è pronta. Cuffiette, scarpe da ginnastica nuove fiammanti per sentirti maratoneta. Esci di casa, 2 minuti di passo sostenuto per riscaldarti e poi inizi a correre. Va tutto bene… finché non compare quel fastidioso dolore al fianco mentre fai attività fisica. Come mai?

Perché hai dolore al fianco mentre corri?

Uno dei disagi più comuni quando iniziamo a correre è la comparsa di fitte nella zona laterale delle costole, destra o sinistra, che possono presentarsi anche tra la spalla e la clavicola. Tutti lo conosciamo come il “dolore alla milza” anche se, come vedremo, poco ha a che fare con questa parte del nostro corpo. Questo fastidio di solito si verifica durante sport di resistenza come la corsa o il ciclismo. Ti diremo la verità: è un dolore frequente in persone che hanno scarsa tecnica di corsa o che tollerano meno lo sforzo. Ma vediamo il bicchiere mezzo pieno: basta migliorare il proprio stato di allenamento e la tecnica per sentirsi subito meglio.

Ragazzo che corre su una pista d'atletica

Cos’è veramente il “dolore alla milza” quando corri

A che età hai scoperto che Titti, il canarino che fa “mi è semblato di vedele un gatto” (sic.), fosse maschio? Come con Titti, anche la credenza che le fitte al fianco mentre corri siano connesse alla milza va smentita. Il nome corretto sarebbe DAT (dolore addominale transitorio) e da un punto di vista scientifico le cause che scatenano questo fastidio non sono ancora chiare. Ciò che è certo è che non devi preoccuparti, non è niente di grave e tende a passare da solo dopo qualche minuto.

Le cause del “dolore alla milza” secondo la scienza

Solo negli ultimi vent’anni la scienza sta studiando le cause del “dolore alla milza” durante l’attività fisica, ma ancora non si è arrivati a una spiegazione definitiva. Un’ipotesi potrebbe essere l’ischemia del diaframma: meno sangue fluisce nel diaframma perché l’apporto maggiore si concentra sugli altri muscoli messi sotto sforzo dall’attività fisica, di conseguenza il muscolo diaframma è sottoposto a un indolenzimento. Mi raccomando, non prendere i sintomi del DAT come una buona scusa per non andare più a correre: esistono alcune raccomandazioni per evitarlo.

Uomo che corre all'alba su una strada

4 consigli su come evitare il dolore al fianco mentre corri

Per correre in tutta tranquillità prova a seguire questi consigli:

  1. Controlla la respirazione e sincronizzala con il tuo ritmo di corsa. Un metodo che funziona per trovare il tempo è fare a ripetizione 3 passi inspirando e 2 buttando fuori l’aria.
  2. Mangia 2/3 ore prima di fare attività fisica.
  3. Bevi, ma a piccole dosi mentre stai correndo per evitare un appesantimento dello stomaco.
  4. Non iniziare ad allenarti a tutto sprint. Se sei alle prime armi inizia con progressioni lente e intervalli a bassa intensità, per poi aumentare quando avrai un miglior stato di allenamento.

I rimedi per il dolore al fianco mentre corri

Hai provato a seguire i consigli di prima, ma stai correndo e ti viene comunque una fitta al fianco. Ecco 4 modi per alleviare il dolore.

  • Modifica lo schema respiratorio: fai respiri profondi mentre corri buttando fuori tutta l’aria o utilizza la respirazione diaframmatica.

Immagine che spiega la despirazione diaframmatica

  • Mobilizza la zona addominale: piega la schiena in avanti e premi delicatamente la zona che ti fa male per qualche secondo, poi rilascia. Oppure contrai al massimo i tuoi addominali e fai vedere la tartaruga, può aiutare ad alleviare i sintomi.
  • Controlla la dieta: assumere integratori energetici (solidi o liquidi) può essere una soluzione soltanto se vengono monitorati da specialisti gli effetti sul tuo corpo.
  • Fai manipolazione toracica o spinale: nel caso in cui si suppone che il “dolore alla milza” abbia una correlazione con la tua postura o l’eccessiva tonicità muscolare ti consigliamo un approccio fisioterapico basato su tecniche di manipolazione e mobilizzazione toracica.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Per altre curiosità seguici sui social